L’ozono è un gas presente naturalmente nella stratosfera ed è la nostra protezione naturale dai nocivi raggi UV. In alte concentrazioni ha colore bluastro e un odore pungente e la sua concentrazione in atmosfera è di circa 0,04 ppm (parti per milione – 1 ppm = 2mg/m3). In natura l’ozono si può generare con la forte scarica elettrica di un fulmine; dopo un temporale se ne può percepire l’odore.
La scarica elettrica, agendo sulla molecola di ossigeno O2, la trasforma in una nuova molecola O3, ossia l’ozono.
Data la sua elevata reattività, l’ozono tende a dissociarsi in O2 + O, ed è quest’ultimo il responsabile dell’alto potere ossidante dell’ozono. Quindi l’ozono dopo un certo intervallo di tempo tende a scomparire naturalmente, riducendosi ad ossigeno, senza lasciare alcuna traccia. L’Ozono può anche essere generato artificialmente mediante un processo chiamato “effetto Corona” partendo dall’ossigeno naturalmente presente nell’aria e mediante una macchina chiamata ozonizzatore, che produce al suo interno scariche elettriche. Il suo elevato potere ossidante fu scoperto da Christian Friedrich Schönbein nel 1840; è così elevato da realizzare disinfezione in meno tempo di contatto e in concentrazioni minori rispetto ad altri disinfettanti come il cloro, il diossido di cloro e la mono-cloramina.

Oggi, l’ozono ci aiuta a risolvere molti aspetti legati all’ inquinamento di aria ed acqua e il suo impiego si sta sempre più diffondendo, dato che il suo raggio di azione spazia dagli ambienti più professionali (ospedali, industrie alimentari, comunità, palestre, centri estetici, piscine…) a quelli più casalinghi, a noi più familiari, come le nostre case e le nostre auto.

L’impiego di ozono genera un processo di ossidazione dell’aria dell’ambiente in cui viene effettuato il trattamento.
Tale processo, in pochi minuti, attacca e inattiva le componenti cellulari dei batteri, virus, muffe, acari e piccoli infestanti, presenti nell’ambiente.

Anche a basse concentrazioni, con elevata umidità, l’ozono ha una elevata azione disinfettante virucida in aria (Rapporto ISS COVID 19 n. 25 /2020)

Ozonizzare

L’effetto di inattivazione di batteri, virus, muffe etc…dipende dalla sua concentrazione nell’aria e Tabella 2.
dal tempo di esposizione. Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, le concentrazioni e le tempistiche si possono desumere dalla tabella seguente:

Tabella 2
Inattivazione di batteri, virus, funghi, muffe ed insetti in seguito ad ozonizzazione

(Fonti: Edelstein et al., 1982; Joret et al., 1982; Farooq and Akhlaque, 1983; Harakeh and Butle, 1985; Kawamuram et al. 1986)

L’ozono è stato riconosciuto da Ministero della Sanità (protocollo n.24482 del 31 luglio 1996) presidio naturale per la sterilizzazione degli ambienti contaminati da batteri, virus, spore, ecc. e infestati da acari, insetti ecc.

Applicazioni
Migliora la qualità dell’aria in scuole, ospedali, uffici, case e aziende. Purifica l’acqua da odori e batteri. Altra utile applicazione è la sterilizzazione di attrezzi, attrezzature, stoviglie e indumenti da lavoro (Certificato di analisi dell’Università degli Studi di Udine).

Posizionamento
Il dispositivo deve essere posizionato in un luogo dove possa liberamente circolare l’aria attorno all’apparecchio. Evitare, quindi, di posizionarlo in nicchie, a ridosso di pareti, ecc. Si consiglia di posizionarlo ad una altezza di 1,5m.
Selezionare la durata del trattamento seguendo le indicazioni del manuale d’istruzioni. Rispettare i tempi previsti dal manuale di istruzioni prima di soggiornare nel locale.
In condizioni reali il tempo di decadimento naturale necessario per rendere accessibili i locali è di almeno 2 ore. Se possibile, è preferibile eseguire i trattamenti nelle ore notturne in modo che alla ripresa del lavoro la quantità di ozono ambientale si trovi entro i limiti di sicurezza sanitaria (Rapporto ISS COVID 19 n. 25 /2020).
Il prodotto non va mai utilizzato in presenza di persone o animali.

Manutenzione
Pulire semplicemente il prodotto periodicamente con un panno umido. Non usare agenti chimici o detergenti sul prodotto. Il prodotto non contiene liquidi.

Note:
1. Utilizzare il generatore di ozono in un ambiente pulito.
Non usare quando le temperature sono molto alte, oltre i 40°C.
2. Non aprire l’involucro del prodotto.
3. Scollegare il prodotto se non viene utilizzato per molto tempo.
4. Mantenere le superfici esterne del prodotto pulite.